Rassegna Stampa

Le ultime news e aggiornamenti dalla tua agenzia di fiducia

Riforma Rc auto. La tariffa unica nazionale premia gli automobilisti virtuosi

  • 18 Settembre 2014
  • sostariffe.it

Con 143 s e 92 no, finalmente è stato dato il via libera dal Senato alla riforma della Rc auto contenuta nel Decreto Legge annuale sulla concorrenza. Negli ultimi mesi si era parlato tanto della creazione di una tariffa unica per le assicurazioni auto, e fra sostenitori e non, si è giunti alla premiazione degli automobilisti virtuosi. Il Decreto legge, collegato alla finanziaria 2002 è stato modificato da Palazzo Madama ed è pronto per tornare alla camera in terza lettura.

Dopo tanta attesa la riforma delle assicurazioni auto ha preso forma. Il provvedimento, dopo più di otto mesi, è pronto con i suoi 60 articoli a tornare alla Camera per attraversare un passaggio blindato che porterà velocemente alla sua approvazione definitiva. Dopo il crescente rincaro delle tariffe delle assicurazioni e l'aumento dei fenomeni di frode, la riforma era attesissima tanto dagli automobilisti quanto dalle stesse imprese assicuratrici. Le nuove disposizioni sono orientate a risanare e riequilibrare il mercato assicurativo, a conferire maggiore stabilità alle tariffe su tutto il territorio nazionale e a garantire maggiore trasparenza nel settore. Vediamo il contenuto della riforma nel dettaglio.

Le principali norme arrivate alla Camera dei Deputati e già approvate dal Senato riguardano la trasparenza e i controlli sul mercato assicurativo. È stato infatti introdotto l'obbligo per le assicurazioni di individuare un attuario incaricato della determinazione dei premi, in correlazione si prevede la creazione di un osservatorio presso il Ministero delle Attività Produttive con il compito di monitorare il mercato.

Su iniziativa del Governo sono per ò state aggiunte altre novità da Palazzo Madama, come la necessità della querela di parte per il reato di truffa e la verifica delle riparazioni dei danni subiti per ottenere il risarcimento con l'obbligo da parte del risarcito di inviare la fattura all assicurazione; è stata inoltre introdotta la libertà nella scelta delle imprese di autoriparazione (non si subirà quindi più alcun pregiudizio nel risarcimento se si decide di rivolgersi alla propria carrozzeria di fiducia) ed il limite della discrezionalità nella determinazione del danno biologico con un tetto del 20%.

Si aggiunge al provvedimento la costituzione di una Banca dati relativa ai sinistri ed è stato introdotto per le compagnie assicurative l'obbligo di pubblicizzare anche online le condizioni e le tariffe delle polizze. L'intervento più importante però riguarda la deregionalizzazione delle tariffe in favore degli automobilisti virtuosi, introdotto dall emendamento Pontone.

Il principio di uguaglianza delle tariffe su tutto il territorio nazionale è divenuto realtà, naturalmente ciò riguarda gli automobilisti virtuosi, che vedranno applicarsi una classe di merito di massimo sconto senza differenziazione territoriale.